Quanto costa un sito web?

In questo articolo spiegherò quali sono i fattori che influiscono sul costo di un sito web e come orientarsi nel momento in cui si deve prendere una decisione.

Non parlerò di prezzi (per una serie di motivi) ma se sei interessato/a ad un preventivo gratuito, non esitare a contattarmi.

Il costo di un sito web è una questione di buon senso

Proviamo a fare un esempio: quanto costa aprire un negozio? Migliaia di euro. Per questo un e-commerce, che sarebbe un negozio virtuale, non può costare 600 euro. Avviare e gestire un e-commerce non è una passeggiata: se così fosse, avremmo tutti il nostro negozio virtuale. Meglio investire di più per essere certi di fare bene che investire poco per poi buttare via i soldi.

Anche la tariffa oraria ha il suo giusto prezzo: un esperto web o un’agenzia chiedono di solito dai 40 ai 60 euro l’ora. Non è molto se si pensa che professionisti come meccanici o medici o avvocati prendono molto di più.

Il costo di un sito web dipende dai tuoi obiettivi

Per capire quanto costa un sito web, devi partire da quello che ti serve. L’utilizzo del web è vario e ogni azienda ne fa un uso personale.

La tua esigenza potrebbero essere di descrivere i tuoi prodotti, potresti aver bisogno di vendere on-line, di pubblicizzare promozioni, ecc.

Ogni esigenza ha il suo costo e nessuna esigenza è identica per tutte le aziende.

Fattori che influiscono sul costo di un sito web

Ci sono servizi particolari che potrebbero influire molto sul costo di un sito web

  • Layout grafico. Realizzare la grafica di un sito web, quindi il suo aspetto estetico, è un lavoro che prevede lo studio creativo del layout e la sua implementazione nel sito stesso. Anche in questo caso ci sono delle sfaccettature che modificano il costo del lavoro (prove grafiche, modifiche, ecc). Oggi esistono anche molti template (grafiche), gratuiti o a pagamento, già pronti, per cui il costo del sito si abbassa notevolmente.
  • Funzionalità varie, come ad esempio la gestione di eventi, le gallerie fotografiche, l’area riservata, ecc.
  • Stesura dei contenuti: chi scrive i contenuti? Serve di correggerli? Chi fa l’ottimizzazione per i motori di ricerca? Se il lavoro viene affidato all’agenzia o al professionista, il costo aumenta.
  • Inserimento e presentazione dei contenuti: i contenuti vanno inseriti nel sito e in ogni pagina avranno una struttura diversa, per cui ci vuole più o meno tempo a seconda di dove compariranno.
  • Analisi particolari: quando un sito, per essere realizzato, richiede uno studio particolare (analisi di mercato, analisi della concorrenza, ecc) il costo del sito aumenta.
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): necessaria per ben posizionarsi nei motori di ricerca come Google.
  • Versione mobile: serve a visualizzare correttamente il sito anche sui dispositivi mobili (tablet, iPhone, smartphone, ecc).
  • Consulenza: è necessaria se si vuole implementare il lavoro concordato in precedenza, se il cliente vuole imparare qualcosa di specifico, ecc.
  • Costi di manutenzione: il sito necessita di aggiornamenti e correzioni (una tantum).
  • Pubblicità: per promuovere il tuo sito con campagna pubblicitarie.

Quanto costa un sito web statico?

Un sito web statico solitamente non costa molto, poiché non necessita di molte funzionalità. Un sito web statico, infatti, è un insieme di pagine che descrivono l’azienda ed i suoi prodotti/servizi e non necessita di particolari interventi.

Il costo del sito statico dipende dalle pagine di cui è composto. Generalmente il numero minimo di pagine è 5 (Homepage, chi siamo, servizi, dove siamo, contatti).

Quanto costa un sito web dinamico?

Un sito dinamico è un sito aggiornabile: se si ha la necessità di aggiornare spesso i dati del sito (cambio prodotti, promozioni, articoli del blog, ecc), allora è il caso di acquistare un sito web dinamico. Inoltre è un sito gestibile facilmente senza l’intervento del web master.

Avendo bisogno di un’area per l’amministrazione e di molto più tempo per la sua realizzazione, il sito web dinamico ha un costo più elevato rispetto a quello statico.

Quanto costa un sito gratuito o economico?

Ti sarai chiesto perché esistano servizi di creazione siti web gratuiti. Per prima cosa vorrei ricordarti che nessuno ti dà niente per niente. Spesso i compromessi che devi accettare per risparmiare sono più dannosi di quello che pensi. Ecco a cosa vai incontro se preferisci creare un sito web gratuito:

  • Il sito non è tuo! Si potrebbe dire: la gratuità si paga. Ricorda sempre che quando crei un sito “gratis” ad esempio con blogspot, il sito non è tuo e potrebbe “scomparire” da un momento all’altro a discrezione di blogspot stesso – con grave danno alla tua attività. Inoltre il nome del tuo dominio sarà www.nome-tua-azienda.BLOGSPOT.COM che è poco professionale.
  • Danneggi la tua immagine. Molti dei siti gratuiti sono scarsi e mal funzionanti: a rimetterci è la tua identità aziendale che appare poco professionale e inaffidabile.
  • Non competi nei motori di ricerca. Il lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca è fondamentale per comparire tra i primi risultati di ricerca e con un sito gratuito non è sicuramente compreso tale servizio.
  • Non converti gli utenti in clienti. Un sito web serio possiede tutte le componenti per il richiamo all’azione da parte degli utenti. I siti gratuiti sono generalmente standardizzati e non sono strutturati in modo da farti vendere.
  • Dovrai rifare il sito. Non solo avrai perso tempo e occasioni di vendita ma, quando ti sarai reso conto dell’errore, dovrai rifare il sito daccapo.

Il sito è solo il primo passo

Una volta realizzato, il sito va pubblicato: per essere presente in rete un sito ha bisogno di un nome (dominio) e deve essere ospitato in uno spazio (server).

I fattori che influenzano il costo del sito sono lo spazio necessario (a seconda della grandezza del sito), le caratteristiche del server e la banda (quanti utenti al giorno accoglierà il sito).

Il prezzo annuo per l’affitto dello spazio e il prezzo di registrazione del dominio variano da pochi euro a centinaia e non dipende dall’agenzia o dal professionista.

Sia il dominio che l’affitto vanno rinnovati annualmente.