Cos'è un sito web

Oggi il marketing è cambiato: avere la vetrina del proprio negozio bella e decorata è passato in secondo piano. Oggi la tua nuova vetrina è il sito web e offre tanti vantaggi in più rispetto al vecchio modo di fare marketing.

Cos’è un sito web

Tecnicamente un sito web è un insieme di pagine web che risiedono in uno spazio digitale ospitato da un server. I contenuti del sito web sono resi fruibili agli utenti dai browser (Chrome, Firefox, Explorer, Safari, ecc.) tramite i motori di ricerca (Google, Ask, Bing, Yahoo!, ecc).

Quello che ci interessa sapere però è che un sito web è un insieme di pagine che hanno la funzione di mostrare le informazioni che si intendono trasmettere agli utenti del web.

E’ una specie di volantino od opuscolo che però non è limitato a finire sul parabrezza delle auto o in qualche angolo buio dei bar ma è potenzialmente destinato a raggiungere chiunque.

A cosa serve un sito web

Le potenzialità di un sito web dipendono molto dall’uso che se ne fa e dagli obiettivi che si hanno.

In linea di massima si possono distinguere alcune funzioni principali che un sito web può svolgere:

  • Diffondere informazioni su prodotti o servizi (come nel caso dei siti aziendali), personali (come i blog personali o i siti autobiografici) o per giornali (siti di testate giornalistiche).
  • Raccogliere contenuti, spesso usati come database settoriali. Ne sono esempio i motori di ricerca, le enciclopedie e i dizionari on-line, siti di film e musica, ecc.
  • Connettere le persone tra di loro, attraverso community che possono avere scopi sociali (social network) o ludici (giochi on-line) o di confronto (forum).
  • Vendere on-line servizi o prodotti (siti e-commerce) o consulenze; fanno parte di questa categoria anche i siti di aste on-line e i siti appartenenti a programmi di affiliazione.

Un sito web può svolgere anche più funzioni contemporaneamente (e generalmente è così): ad esempio se un’azienda vende dei prodotti, sarà suo interesse creare pagine informative sulla sua storia, sulla descrizione dei prodotti e tutto ciò che può far aumentare i suoi clienti e la loro fidelizzazione. Quindi il sito può essere un e-commerce che contiene anche pagine informative sull’azienda e sui prodotti.

Tipologie di siti web

Esistono vari tipi di sito web, ognuno con funzioni e obiettivi differenti.

  • Sito web statico

    Si tratta di un sito leggero e sobrio, con poche pagine informative. E’ utile se si vuole avere un biglietto da visita che ci presenti nel web.

    A sua volta si differenzia in sito web monopagina (che raccoglie tutte le informazioni utili in un unica pagina scorrevole) e sito web vetrina (con più pagine web statiche).

  • Sito web dinamico

    A differenza del sito web statico, il sito dinamico è più orientato all’interazione con l’utente, in quanto la sua funzione principale è quella di fornire contenuti sempre freschi a aggiornati, molto graditi dagli utenti e dai motori di ricerca.

    Il sito web dinamico è adatto per quelle aziende che vogliono posizionarsi “in alto” nei motori di ricerca e intendono avere un approccio più interattivo con i propri clienti/utenti.

  • Sito e-commerce

    Si tratta di un sito web che permette di comprare e/o vendere, avendo un database e codice dinamico.

    Con il sito e-commerce potrai gestire il tuo negozio in completa autonomia, esattamente come quello reale.

  • Blog

    Il blog è una sorta di diario in cui gli articoli appaiono in ordine cronologico inverso.

    Il blog viene utilizzato, oggi, come fonte di guadagno per la presenza di pubblicità (AdSense di Google o simili, banner, ecc) ma anche e soprattutto come blog aziendale, che permette all’azienda di comunicare con gli utenti e trasmettere loro fiducia nel brand e competenza.

    Il blog aziendale è usato anche per attirare più utenti nel sito web (e per trasformarli in clienti) tramite i motori di ricerca: essendo un sito web dinamico i contenuti del blog sono freschi e quindi graditi dai motori. Usando le parole chiave giuste, si possono ottenere risultati sorprendenti per quanto riguarda le visite al sito web aziendale e la condivisione dei contenuti nei social network.

  • Portale web

    Un portale web è un sito web grande che racchiude tante tematiche a se stanti.

    Si tratta ad esempio di portali della regione o della provincia, che mettono a disposizione dell’utente informazioni di genere diverso (documenti, video, ecc.).

    E’ un tipo di progetto che viene affidato ad un vero e proprio project manager il quale coordina il lavoro di più professionisti per creare siti web di questa portata.

  • Forum

    E’ un sito web in cui di solito si parla di un argomento specifico e riunisce gli appassionati o gli esperti di quel settore. Ad esempio esistono forum di medici, forum sulla pesca, forum sulla cucina, ecc.

    I forum servono a far incontrare le persone in un argomento specifico: dalle varie discussioni che gli utenti creano, si generano tante opinioni ed informazioni utili.

  • CMS

    Si tratta di siti web che permettono di aggiornare e modificare tutti i tipi di contenuti in completa autonomia, senza ricorrere ulteriormente al web designer.

    Esistono CMS gratuiti o a pagamento, diversi a seconda dell’uso che se ne deve fare (e-commerce, blog, portali web, ecc.).

    Oggi si usano spesso CMS già pronti per adattarli alle esigenze del cliente: questo abbatte molto i costi di realizzazione del sito.

  • Sito web flash

    E’ un tipo di sito web molto appariscente, di quelli che si avvalgono di effetti speciali per impressionare gli utenti.

    In realtà è un tipo di sito web che va usato con molta cautela, perché bisogna ricordarsi che gli utenti cercano informazioni, pertanto è più proficuo utilizzare testi di qualità piuttosto che animazioni flash.

    Un sito web flash dovrebbe essere usato come “usa e getta”, cioè per pubblicizzare un evento particolare, un film in uscita o per promuovere un’offerta limitata.

    I siti web flash sono costosi e mal indicizzabili nei motori di ricerca.

Come viene creato un sito web

Ti mostrerò cosa è necessario per creare un sito web e i passaggi che servono per realizzarlo.

  • Scelta del dominio

    Prima di avere un sito web… il sito deve avere un nome! Che sia il nome dell’azienda o il nome di un servizio o il nome di una persona, questo sarà l’indirizzo internet del tuo sito web (es: nomeazienda.com, marcopanichi.com, ecc).

  • Scelta dello spazio web

    Un sito web deve essere ospitato da uno spazio web (server) che altro non è che un computer collegato 24 al giorno, situato in apposite aree per server.

  • Creazione grafica e pagine

    La grafica è la parte che si occupa di rendere bello esteticamente il tuo sito, quindi si parla di colori e di effetti per il tuo sito web.

    Dopo aver scelto insieme al cliente tutte le informazioni necessarie (testi e immagini), si creeranno le pagine del sito web che si invieranno al server.

    Se il sito web è dinamico, tutte i file e i testi potrai inserirli facilmente da solo, senza ulteriore intervento del web designer.

  • Test

    Il sito web, una volta creato, deve essere testato su tutti i browser (es Google Chrome, Yahoo!, Bing, Ask, ecc) per verificare il funzionamento e correggere eventuali errori.

  • Pubblicità (SEO)

    Si tratta di posizionare il sito web nei motori di ricerca, quindi deve essere strutturato in modo tale da essere gradito ai motori di ricerca, sia come contenuti che come codice.

  • Versione mobile e responsive

    Un sito web oggi deve poter essere visibile su qualsiasi dispositivo mobile (smartphone, tablet che sia) per poter competere con la concorrenza. Questo implica l’uso di varie tecniche tra cui l’implementazione di grafica responsive, la quale adatta automaticamente i contenuti alle dimensioni del display.

Tutte queste operazioni sono fondamentali per rendere il tuo sito web perfetto.

Ci vuole tempo e soprattutto competenza, altrimenti ci si ritrova con un prodotto scadente che difficilmente si può recuperare.

Stesso discorso vale per i siti web gratis, che implicano tutta una serie di conseguenze negative per l’azienda: molto tempo investito nel settaggio del sito, risultato inferiore se non invisibile, inevitabile necessità di affidarsi ad un professionista in un secondo momento.

Il mio consiglio (e la mia esperienza a riguardo) è quello di affidarti ad un esperto professionista di siti internet per non perdere tempo e non sprecare soldi inutilmente.