Contratto Oscon tra web agency e clienti - Spiegazione e mia proposta di miglioramento

Scritto da Marco Panichi il Aggiornato il
contratto web agency cliente

Se fai un qualsiasi mestiere attinente al web design e/o web marketing hai sicuramente bisogno di stabilire precisi limiti per il rapporto tra te ed il cliente.

Uno dei contratti-modello più utilizzati per adempiere a tale esigenza è certamente il contratto Oscon che qui vi illustrerò commentandolo articolo per articolo.

Questo contratto è chiaramente un grande contributo alla community degli addetti al settore ma si riferisce soltanto allo sviluppo di siti web ed hosting tenendo fuori tutti i servizi SEO, PPC, Social ed Email marketing.

Ecco perché nella seconda parte dell’articolo proporrò una mia versione del contratto dove ho provato ad integrare tali aspetti e che presenta altre migliorie minori.

L’articolo è lungo, non per dare sfogo ad una mia eventuale logorrea galoppante quanto per permettere a chiunque volesse approfondire aspetti particolari di farlo. Ad ogni modo ho usato molti riquadri a scomparsa per snellire la lettura e qui sotto vi allego un sommario per navigare velocemente tra le sezioni…di più, nin so’!

  1. DISCLAIMER – Prima di cominciare
  2. Cos’è il contratto Oscon e perché è un dono prezioso
  3. Leggiamo velocemente il contratto Oscon
  4. Le migliorie che propongo
  5. DOWNLOAD – Scarica il contratto da me proposto
  6. Aspetto il tuo contributo!

1. DISCLAIMER – Prima di cominciare

NON SONO UN LEGALE – Usare con cautela!

Questo articolo è pensato da un professionista del web per i suoi colleghi in un ottica di aiuto (verso coloro che hanno bisogno di aiuto in tal senso) e di crescita (grazie a quelli che, più avanti di me in questo ambito, avranno la gentilezza di commentare e criticare).

Non ho assolutamente competenze in ambito legale e ogni uso che farai delle informazioni in questo sito, in questo articolo, nei documenti scaricabili e delle informazioni contenute nei commenti sono totalmente sotto la tua responsabilità.

Prima di usare qualsiasi informazione qui contenuta per il tuo lavoro richiedi consulenza al tuo legale di fiducia!

Non parlerò della Nota di Lavoro (che però è importante)

Nel presente articolo ho focalizzato la mia attenzione solo sul Contratto di Fornitura senza prestare attenzione alla Nota di Lavoro alla quale il contratto stesso fa numerose volte riferimento.

Questo è dovuto al fatto che è il contratto che ha richiesto le mie attenzioni maggiori.

Ciò non toglie che la Nota di Lavoro è il cuore del tuo accordo dove preciserai per filo e per segno ogni pagina, ogni pulsante, ogni annuncio del servizio che erogherai; ma anche il materiale che ti deve fornire il cliente, i quantitativi che produrrai e qualsiasi dettaglio sul quale si possa avere fraintendimento.

Cos’è il contratto Oscon e perché è un dono prezioso

Il contratto Oscon è sicuramente, come anche reclamato nel sito stesso, il modello di contratto più diffuso in Italia che dal 2004 aiuta migliaia di professionisti, aziende ma anche pubbliche amministrazioni.

In realtà non si tratta di un semplice contratto ma è un “kit” contenente tutto il necessario per mettere nero su bianco il rapporto tra professionista / web agency e cliente. Al contratto sono affiancati infatti anche un esempio di Nota di Lavoro, una ricevuta fac-simile per prestazioni occasionali e carta intestata.

Tutto questo materiale è stato redatto e diffuso generosamente con licenza Creative Commons 3.0 By-Nc il che significa che chiunque può scaricarlo, diffonderlo e modificarlo a proprio piacimento, a patto di specificarne la fonte, eventuali modifiche apportate e di non riutilizzarlo a scopo di lucro.

Come se non bastasse nel sito di Oscon troverete un forum dove chiedere assistenza e consigli.

BONUS: All’interno del forum di Oscon vi segnalo l’esaustivo articolo “Guida al recupero crediti” molto ma molto utile non solo qualora qualche cliente furbetto tenti di non pagarvi ma anche e soprattutto utile a prevenire tali situazioni. Stampatelo e leggetevelo se non avete le idee chiare a riguardo!

Leggiamo velocemente il contratto Oscon

Prima ancora di procedere vorrei dare uno sguardo insieme a voi al contratto Oscon, per comprenderne la struttura. Per vostra comodità elencherò gli articoli del contratto con annessa una breve spiegazione. Cliccando sulle voci si aprirà un riquadro riportante il testo integrale del contratto Oscon.

È oggetto di questo contratto la fornitura dei servizi e/o la vendita di beni. Quanto descritto in questo contratto e nell’eventuale “nota di lavoro” allegata, rappresentano le condizioni generali e la descrizione di quanto offerto dal Fornitore al Cliente.

Il prezzo per __SVILUPPO SITO WEB__ (“servizio 1”), è di Euro __10’000__ + IVA.
Il prezzo per __HOSTING + EMAIL__ (“servizio 2”), è di Euro __1’000__ + IVA annui.

Il pagamento del servizio 1 deve essere effettuato per il 40% all’atto della firma e il rimanente 60% alla consegna.
Il pagamento del servizio 2 deve essere effettuato all’atto della firma nella sua interezza per permettere al Fornitore l’erogazione. Il servizio 2 è rinnovato annualmente in modo tacito. L’attivazione dei servizi avverrà a pagamento effettuato.
Il ritardato pagamento del servizio 2 oltre i 15 gg lavorativi dalla scadenza dei termini previsti, comporta l’applicazione di interessi moratori al tasso legale previsto dalla legge in vigore.

Durante o dopo l’erogazione dei servizi, eventuali modifiche e/o interventi di qualsiasi tipo, non espressamente previsti in questo contratto, siano essi di carattere tecnico, grafico o di consulenza (quali, a titolo indicativo non esaustivo, __sostituzione, inserimento, aggiunta, modifica di: materiale, immagini, filmati, documenti, suoni, testi, collegamenti ipertestuali__; risoluzione problemi; assistenza), saranno quotati in base ai prezzi di listino in uso dal Fornitore nel momento della richiesta.

L’erogazione di quanto previsto in questo contratto è strettamente dipendente dalla consegna da parte del Cliente di tutto il materiale richiesto dal Fornitore, preferibilmente via posta elettronica (email) o supporto digitale.
Tale materiale deve essere fatto pervenire al Fornitore entro 15 giorni dalla data di stipula di questo contratto. In caso di superamento di tale termine il Cliente accorda al Fornitore la facoltà di applicare un interesse pari al 10% del valore totale dei servizi per ogni 7 giorni di ritardo. Qualora la mancata consegna superasse di 30 giorni i termini previsti, il contratto si risolve per inadempimento, fatto salvo il risarcimento del danno (art. 1453 c.c.), stabilito nel 40% del totale indicato.

7.1. Descrizione “SERVIZIO 1”: __SVILUPPO SITO WEB__
a) Il servizio (definito anche “opera” o “opere”) comprende __ lo sviluppo di un software web contenente una serie di pagine atte alla descrizione del Cliente e di servizi o prodotti da lui offerti __. Per la realizzazione, il Fornitore può avvalersi, a proprio giudizio e a proprie spese, dell’utilizzo di prodotti o servizi di terze parti, a pagamento o meno, nel rispetto delle leggi vigenti.
b) Il servizio 1 prevede una preliminare consulenza per la definizione delle linee progettuali del lavoro.
c) Il servizio 1 comprende quanto descritto nella eventuale “nota di lavoro” allegata.
d) Il servizio 1 non comprende quanto non espressamente dichiarato in questo contratto e/o nella eventuale “nota di lavoro” allegata.7.2. Descrizione “SERVIZIO 2”: __HOSTING + EMAIL__
a) Il servizio (definito anche “opera” o “opere”) comprende __ l’alloggiamento del software web sviluppato, presso spazio internet situato su server di proprietà del Fornitore o di altre ditte selezionate dal Fornitore stesso; la registrazione o trasferimento di un nome di dominio (es: www.nome.est) e del numero di caselle email definito nella nota allegata, per la durata di dodici mesi, a partire dal giorno della registrazione presso l’organo ufficiale precostituito__.
b) Il servizio 2 comprende quanto descritto nella eventuale “nota di lavoro” allegata.
c) Il servizio 2 non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “nota di lavoro” allegata.
d) Il prezzo del servizio può subire annualmente variazioni indipendenti dal volere del Fornitore. Se la loro entità dovesse superare i _______ euro + IVA, il Fornitore garantisce la comunicazione entro 30 giorni dalla scadenza del contratto. In caso di comunicazione dopo tale data, solo per il successivo anno di contratto, sarà applicata la stessa tariffa dell’annualità in scadenza.

Questo contratto è effettivo a decorrere dal momento della stipula e rimarrà valido fino a diversa comunicazione di una delle parti o comunque fino al termine concordato. Nel caso una parte desiderasse la disdetta, dovrà far pervenire esplicita comunicazione scritta tramite raccomandata A/R o modalità equivalente presso il recapito dell’altra parte, almeno 4 settimane prima della scadenza dell’annualità in corso. Ogni eventuale canone anticipato non è frazionabile né restituibile. Quanto previsto dagli articoli “Copyright e proprietà” e “Termini di licenza” di questo contratto resterà valido anche dopo eventuale scadenza, risoluzione, recesso.

8.1. Clausola risolutiva espressa
Il contratto si risolve di diritto, ex art. 1456 C.C., autorizzando il Fornitore a interrompere i servizi senza preavviso qualora il Cliente:
a) ceda in tutto o in parte i serivizi a terzi senza il preventivo consenso del Fornitore;
b) non provveda al pagamento di quanto previsto in questo contratto entro il termine perentorio di 30 gg;
c) sia sottoposto o ammesso a una procedura concorsuale.

In conformità a quanto previsto dalla Legge 633/1941 e successive modifiche e integrazioni, la fornitura di quanto previsto da questo contratto non ne implica per il Cliente la proprietà, bensì l’assegnazione di un diritto d’utilizzo in conformità coi termini indicati all’articolo “Termini di licenza” di questo contratto. Quanto prodotto dal Fornitore è di sua proprietà esclusiva ed è protetto nazionalmente e internazionalmente dai diritti dell’autore e altri diritti di proprietà intellettuale.

Tramite questo contratto il Fornitore assegna al Cliente un diritto non esclusivo all’utilizzo delle opere descritte all’articolo “Descrizione generale dei servizi/prodotti”.

10.1. Il Cliente è autorizzato a:
a) fruire delle opere sino alla scadenza dei termini previsti;
b) creare una copia privata delle opere per uso cautelativo e strettamente personale;
c) permettere la fruizione delle opere a terze parti, nei limiti di quanto il normale utilizzo permetta (senza perciò dare accesso agli eventuali sorgenti).

10.2. Il Cliente non è autorizzato a:
a) utilizzare le opere per l’erogazione diretta di servizi a pagamento a favore di terze parti, salvo che non espressamente previsto in questo contratto o nella eventuale “nota di lavoro”;
b) modificare le opere in alcuna parte;
c) accedere agli eventuali sorgenti con qualsiasi scopo (ivi compreso quello di appropriarsene o riutilizzarli);
d) trasmettere o fornire accesso agli eventuali sorgenti a terze parti;
e) assegnare in sub licenza, affittare, vendere, locare, distribuire o trasferire in altra maniera le opere o parte di esse.

10.3. Eventuali opere di terze parti utilizzate dal Fornitore mantengono la propria licenza.

a) Il Cliente mantiene la piena titolarità dei dati e materiali da lui forniti (con “materiali” s’intende, a titolo d’esempio non esaustivo: testi, loghi, marchi, immagini, audiovisivi, documenti, grafici, schemi, progetti), siano anche essi, all’insaputa del Fornitore, sensibili, personali, o coperti da un qualsivoglia diritto (ivi incluso quelli d’autore), assumendosi ogni responsabilità in ordine alla loro gestione, con espresso esonero del Fornitore da ogni responsabilità e onere di accertamento e/o controllo al riguardo.
b) Il Cliente utilizza i servizi a proprio rischio, esonerando il Fornitore nei confronti di ogni parte per controversie legali/civili o amministrative, danni indiretti, specifici, incidentali, punitivi, cauzionali o consequenziali (a titolo esemplificativo non esclusivo: danni in caso d’impossibilità di utilizzo o accesso ai servizi, perdita o corruzione di dati, di profitti, danni d’immagine, interruzioni dell’attività o simili), causati dall’utilizzo o dall’impossibilità di utilizzare i servizi e basati su qualsiasi ipotesi di responsabilità.
c) Il Cliente esonera il Fornitore da ogni responsabilità per eventuali malfunzionamenti dei servizi, causati da problemi tecnici su macchinari, server, router, linee telefoniche, reti telematiche, di sua proprietà o di società selezionate per fornire quanto previsto in questo contratto.
d) Il Cliente esonera il Fornitore da ogni responsabilità per perdite di dati, diffusione accidentale di dati anche personali o sensibili, e qualsiasi altro tipo di danno verificatosi a seguito di attacchi da parte di pirati informatici, ladri, hacker, cracker, virus.
e) Il Cliente esonera il Fornitore da ogni responsabilità per disservizi, interruzioni dei servizi e/o danni imputabili a causa di forza maggiore quali incidenti, incendi, esplosioni, scioperi, serrate, terremoti, disastri, alluvioni, sommosse, e altri eventi di difficile o impossibile previsione che impedissero, in tutto o in parte, di adempiere nei tempi o nei modi concordati ai termini di contratto.
f) Il Cliente esonera il Fornitore da ogni responsabilità per il malfunzionamento dei servizi a causa di non conformità e/o obsolescenza degli apparecchi dei quali il Cliente o terze parti sono dotati.
g) Il Fornitore non può garantire al Cliente introiti sicuri derivanti dallo sfruttamento di quanto oggetti di questo contratto.
h) Qualora il Cliente operasse modifiche o alterazioni di qualsiasi tipo ai servizi/prodotti oggetto di questo contratto (a titolo indicativo non esaustivo: modifiche ai codici, alla disposizione di cartelle e/o file, ai loro nomi), il Cliente esonera il Fornitore da ogni responsabilità per eventuali danni o malfunzionamenti conseguenti. Se il Cliente richiederà assistenza per la risoluzione di problemi da lui o da terzi causati, saranno applicate le tariffe in uso dal Fornitore nel periodo in corso.
i) Qualora una limitazione, esclusione, restrizione o altra disposizione contenuta in questo contratto sia giudicata nulla per un qualsivoglia motivo da parte di un Foro competente e il Fornitore diventi responsabile per perdita o danno, tale responsabilità, in sede contrattuale, civile o altro, non potrà eccedere il prezzo di listino applicato dal Fornitore per il tipo di servizio venduto.

Ogni eventuale controversia concernente l’interpretazione e l’esecuzione di questo Contratto sarà deferita, con apposito ricorso, a un Collegio arbitrale da adire nel termine perentorio di 10 (dieci) giorni dal momento in cui il provvedimento contestato è stato portato a conoscenza della parte. La città sede del Collegio arbitrale è quella in cui ha sede il Fornitore. Il ricorso dovrà essere depositato nel termine di cui sopra, a pena di decadenza, presso la sede del Fornitore. Il Collegio arbitrale – che deciderà quale amichevole compositore, senza formalità di procedure e nel più breve tempo possibile – sarà composto di tre membri: il primo designato dal Cliente; il secondo designato dal Fornitore; il terzo, con funzioni di Presidente, sarà nominato dagli arbitri designati. Per ulteriori contenziosi resta comunque competente il foro della città in cui ha sede il Fornitore.

I dati personali richiesti e raccolti durante le comunicazioni tra le parti, in rispetto della Legge sulla Privacy n. 675 del 1996 e del Dlgs n.196 del 2003 e successive modificazioni e integrazioni:
a) sono raccolti e trattati elettronicamente e/o meccanicamente con lo scopo di:
1. attivare e mantenere nei confronti del Cliente le procedure per l’esecuzione di quanto richiesto;
2. mantenere un privato archivio clienti;
3. mantenere un pubblico archivio lavori (che potrà mostrare: immagini delle opere, ragione sociale del Cliente, indirizzo web del Cliente);
c) sono necessari per fornire i servizi richiesti;
d) se non forniti non permetteranno l’espletamento di quanto richiesto;
e) sono trattati da incaricati del Fornitore circa l’espletamento di quanto richiesto;
f) potranno essere comunicati a soggetti terzi delegati all’espletamento delle attività necessarie solo per l’esecuzione del contratto stipulato, ma in nessun altro caso ceduti, venduti o barattati.
Titolare al trattamento dei dati personali è __PAOLINO PAPERINO___ Via __DI QUA 313, PAPEROPOLI________.

Il Cliente gode di tutti i diritti in base alle Leggi e al Dlgs citati, e alle normative in vigore all’atto della firma.

Ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 1341 e 1342 C.C. firmando questa e le altre pagine di contratto ci si dichiara edotti d’ogni sua parte, a conoscenza dei propri diritti, e le si accetta e sottoscrive, con esplicita accettazione degli artt. 3, 4, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 13.

Le migliorie che propongo

Spero a questo punto di aver messo bene in chiaro la stima e la gratitudine che provo nei confronti del progetto Oscon.

Ciò nonostante il contratto Oscon non risponde a tutte le mie esigenze, che sono quelle di un professionista che (per circostanze territoriali ma anche per passione) si ritrova ad offrire un servizio a 360° al pari di una web agency. Segue in questa sezione una disamina dei problemi che ho incontrato nel suo utilizzo e come mi sono operato per migliorare.

Chiaramente ho rispettato la struttura del contratto inteso come articoli, clausole e riferimenti a leggi specifiche, così da ridurre il rischio di rendere impugnabile il contratto dal punto di vista legale.

Legenda visiva ed istruzioni

Il contratto modello è già di suo molto “usabile” nel senso che puoi scaricarlo, modificare i “parametri” (denominazione, costi, ecc) ed usarlo.

Ciò nonostante trovo difficile recuperare visivamente tali parametri nel testo visto che sono differenziati con il colore grigio dal testo normale, che è nero. Quindi ho reso i parametri da modificare ben identificabili tramite una evidenziazione in giallo. Ad esempio: <DENOMINAZIONE FORNITORE>

Oltre a questo ho creato la legenda che segue per facilitare l’illustrazione del modello e il suo uso:

INFO: Istruzioni e consigli per l’uso.
MODELLO: Modello da utilizzare con eventuali evidenziati opportunamente.
ESEMPIO: Esempio applicativo.

Estensione ai servizi SEO, PPC, Social ed Email Marketing

Il pacchetto fornito da Oscon è relativo allo specifico caso in cui il Fornitore realizzi un sito web ed offra servizio di hosting + mail. Questo è già un buon punto di partenza ma chiaramente non copre servizi relativi al Web Marketing come Campagne PPC, Social Marketing, Email Marketing ed ovviamente SEO.

Per cui la preoccupazione che mi ha tenuto impegnato per più tempo è stata quella di ampliare il contratto facendo in modo che si adattasse alla gran parte dei servizi di Web Design e Web Marketing che offro e che in genere offre una web agency.

Tale mancanza si riflette prima di tutto nella assunzione di responsabilità che può letteralmente salvarci la pelle nelle situazioni più tese o a rischio di fraintendimento. Come ben saprete infatti, in ogni settore del marketing on-line, dal PPC alla SEO esistono degli elementi che non sono sotto il nostro controllo ed è bene che sia chiaro al cliente (e spesso anche al fornitore oserei dire!!!). Quindi ho integrato l’articolo 11) Assunzione di responsabilità con nuove e -spero- esaustive clausole.

a) Il Cliente mantiene la piena titolarità dei materiali da lui forniti (con “materiali” s’intende, a titolo d’esempio non esaustivo: testi, loghi, marchi, immagini, audiovisivi, documenti, grafici, schemi, progetti, ecc.), siano essi anche sensibili o personali, assumendo ogni responsabilità in ordine al loro contenuto e alla loro gestione, con espresso esonero del Fornitore da ogni responsabilità e onere di accertamento e/o controllo al riguardo.
b) Il Fornitore perciò, pur adoperandosi affinché ciò non avvenga, non può essere ritenuto responsabile in alcun caso per l’uso di dati, consegnati e/o richiesti dal Cliente, che fossero, all’insaputa del Fornitore stesso, coperti da diritto d’autore.
c) Il Cliente utilizza i servizi a proprio rischio, Il Fornitore non è responsabile nei confronti di alcuna parte per controversie legali/civili o amministrative, danni indiretti, specifici, incidentali, punitivi, cauzionali o consequenziali (a titolo esemplificativo ma non esclusivo: danni in caso d’impossibilità di utilizzo o accesso ai servizi, perdita o corruzione di dati, di profitti, di clientela, danni d’immagine, interruzioni dell’attività o simili), causati dall’utilizzo o dall’impossibilità di utilizzare i servizi e basati su qualsiasi ipotesi di responsabilità inclusa la violazione di contratto, la negligenza, o altro, anche nel caso il cui il Fornitore sia stato avvisato della possibilità di tali danni e nel caso in cui una clausola prevista dal presente contratto non abbia posto rimedio.
d) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile per malfunzionamenti dei servizi, causati da problemi tecnici su macchinari, server, router, linee telefoniche, reti telematiche, ecc. di sua proprietà o di società selezionate per offrire i servizi.
e) Non sono attribuibili al Fornitore malfunzionamenti dei servizi, perdite di dati, diffusione accidentale di dati personali o sensibili, e qualsiasi altro tipo di danno verificatosi a seguito di attacchi da parte di pirati informatici, ladri, hacker, cracker, virus, ecc.
f) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile per disservizi, interruzioni dei servizi e/o danni imputabili a causa di forza maggiore quali incidenti, incendi, esplosioni, scioperi, serrate, terremoti, disastri, alluvioni, sommosse, e altri eventi di difficile o impossibile previsione che impedissero, in tutto o in parte, di adempiere nei tempi o nei modi concordati ai termini di contratto.
g) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile per il malfunzionamento dei servizi a causa di non conformità e/o obsolescenza degli apparecchi dei quali il Cliente o terze parti sono dotati.
h) Il Fornitore non può garantire al Cliente introiti sicuri derivanti dallo sfruttamento dei servizi.
i) Nel caso in cui il Cliente operasse modifiche o alterazioni di qualsiasi tipo ai servizi offerti (a titolo indicativo non esaustivo: modifiche ai codici, alla disposizione di cartelle e/o file, ai loro nomi, ecc.), il Fornitore non può essere ritenuto responsabile per eventuali danni arrecati o malfunzionamenti. Se il Cliente richiederà assistenza per risolvere danni da lui o da terzi causati, saranno applicate le tariffe in uso dal Fornitore nel periodo in corso.
l) Qualora una limitazione, esclusione, restrizione o altra disposizione contenuta in questo contratto sia giudicata nulla per un qualsivoglia motivo da parte di un Foro competente e il Fornitore diventi di conseguenza responsabile per perdita o danno, tale responsabilità, in sede contrattuale, civile o altro, non potrà eccedere il prezzo di listino applicato dal Fornitore per il tipo di servizio venduto.

a) Il Fornitore non ha alcun controllo sulle politiche e sugli algoritmi di ranking usati dai motori di ricerca per selezionare i siti o i contenuti da mostrare, né ora né in futuro. Il sito web del Cliente può essere escluso da qualsiasi motore di ricerca o directory in qualsiasi momento, ad esclusiva discrezione del motore di ricerca o della directory.
b) A causa della competitività di alcune parole chiave/frasi e dei continui cambiamenti a cui sono sottoposti gli algoritmi di ranking dei motori di ricerca, il Fornitore non garantisce né dichiara di garantire un posizionamento specifico per una determinata parola chiave, una frase o un termine di ricerca.
c) I motori di ricerca potrebbero ostacolare il posizionamento dei nuovi siti web (o pagine) fino a quando non hanno dimostrato la loro validità di esistere per un tempo sufficiente e di aver raccolto sufficienti link esterni. Il Fornitore non si assume alcuna responsabilità per problemi di classifica, di traffico, di indicizzazione relative a tali politiche del motore di ricerca. Di conseguenza il Cliente comprende che il posizionamento di nuovi siti web è molto più difficile rispetto il posizionamento di siti vecchi e affermati e si impegna a non formulare né avere aspettative irrealistiche circa posizionamento, traffico ed eventuali introiti.
d) I nuovi siti potrebbero riscuotere un posizionamento favorevole in relazione ad alcune chiavi mirate per poi scendere ad una posizione più bassa nei risultati di ricerca. Questo effetto è abbastanza frequente. Di conseguenza, il Cliente è consapevole che il nuovo posizionamento non è effettivo e presto il suo sito potrebbe scendere alla posizione realmente assegnata dal motore.
e) Occasionalmente, i motori di ricerca retrocedono i siti web senza alcuna ragione apparente. A volte il sito ricomparirà nella sua posizione originale senza ulteriori sforzi SEO.
f) Il posizionamento di un sito web nel motore di ricerca può variare ogni giorno e ad ogni ora a causa dei cambiamenti in corso sull’algoritmo che gestisce il posizionamento dei risultati, degli sforzi SEO realizzati dai siti concorrenti o da entrambi.
g) Il Fornitore non offre nessuna garanzia sulle tempistiche e su eventuali costi aggiuntivi qualora gli sforzi SEO vengano intaccati consapevolmente o inconsapevolmente da qualsiasi soggetto differente dal Cliente o dal Cliente stesso senza preventiva consultazione del Fornitore. Il lavoro SEO è da considerarsi annullato tutto o in parte se sono state apportate, a titolo esemplificativo ma non esclusivo, anche una sola delle seguenti: (i) Modifiche al nome dei files o delle cartelle; (ii) Spostamento di files o cartelle; (iii) Modifiche nella sezione head di un documento come cambiare il testo nel tag title o la rimozione di alcuni tag HTML necessari per l’autenticazione del sito; (iv) Eliminazione di un collegamento, cartelle, file, documento web o sottodominio; (v) Modifica di testo su un documento web come cambiare la formattazione del testo o riposizionamento dello stesso; (vi) Rimozione del codice che viene utilizzato per monitorare il traffico sito web da anche soltanto una delle sue pagine; (vii) Collegamento in uscita a qualsiasi sito web senza previa consultazione del Fornitore; (viii) Aggiunta di files, cartelle, documenti web, widget o qualsiasi altra funzionalità; (ix) Rinominazione del titolo o dell’URL dei documenti web preesistenti; (x) Spegnimento di tutto il sito o di una delle sue parti; (xi) Rinominazione, ricollocazione, aggiunta o rimozione di qualsiasi file, cartella, sottodominio nel server web compresi i documenti web, robots.txt, file .htacess, sitemap.xml, rss.xml ecc; (xii) Cambiamenti nella architettura del sito; (xiii) Cambiamenti nel testo delle ancore; (xiv) Modifiche su una pagina web ottimizzata.
h) Il Fornitore non offre nessuna garanzia sulle tempistiche e su eventuali costi aggiuntivi qualora il Cliente: (i) Non riesca a rispondere alle richieste da parte del Fornitore in tempi celeri; (ii) Effettua ritardi nella fornitura degli accessi richiesti, dei documenti, dei permessi o di qualsiasi supporto ai fini dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. (iii) Non effettua i cambiamenti necessari sul suo sito web e/o sui contenuti come e quando consigliato dal Fornitore; (iv) Non garantisca il corretto funzionamento del server sul quale si trova il sito ed i contenuti da ottimizzare.
i) Il Fornitore non è responsabile per lavoro ulteriore svolto dal Cliente in ottica SEO senza previa consultazione del Fornitore.

a) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile se il circuito selezionato per la diffusione degli annunci sponsorizzati cesserà di offrire i propri spazi al Cliente in qualsivoglia momento e per qualunque ragione.
b) Il costo di ogni click o visualizzazione degli annunci sponsorizzati è stabilito dal circuito che ospita tali annunci e può variare in base alle regole sancite dal circuito stesso. Il Fornitore non è responsabile per tali variazioni.
c) Gli annunci vengono sottoposti a selezione dal circuito che li ospita in base a vari fattori che possono varaire nel tempo e il Fornitore non è responsabile per la decisione presa dal circuito di mettere in pausa specifici annunci in qualsivoglia momento e per qualsivoglia ragione.
d) Il pubblico viene raggiunto in base a criteri stabiliti dal Fornitore e dal Cliente in base al presente accordo ma l’algoritmo che interpreta questi criteri e che mostra gli annunci agli utenti sono di competenza del circuito che ospita gli annunci, pertanto il Fornitore non è responsabile del fatto che gli annunci siano presentati ad utenti che per qualsivoglia motivo il Cliente riterrà inopportuni per i propri scopi.
e) La posizione degli annunci nei siti di terzi messi a disposizione del circuito è stabilita dal circuito stesso e il Fornitore non può essere ritenuto responsabile di variazioni in tal senso.
f) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile di attività fraudolente ad opera di concorrenti terzi nei confronti del Cliente come ad esempio il click ripetuto su determinati annunci allo scopo di aumentare la spesa che il Cliente dovrà sostenere nei confronti del circuito.
g) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile di problemi derivanti da interventi attuati dal Cliente senza previa informazione del Fornitore come ad esempio: interruzione del pagamento del circuito; apertura di un altro account presso il circuito all’oscuro del Fornitore; cambiamenti nelle pagine di destinazione degli annunci.

a) La visualizzazione dei post pubblicati nelle pagine del Cliente da parte degli utenti è sottoposta al filtro e alla discrezione del portale di terzi dove i post sono pubblicati. Il Fornitore non garantisce che determinati post vengano visti da determinate persone.
b) Le interazioni degli utenti riguardo ai post pubblicati (ad esempio: “mi piace”, “condivisioni”, “commenti”, ecc) sono a totale discrezione degli utenti stessi pertanto il Fornitore non garantisce che vi siano interazioni e che queste raggiungano minimi specifici.
c) Il Fornitore non è responsabile se il portale stabilirà a suo giudizio in qualsiasi momento e per qualsivoglia ragione di attuare restrizioni nei confronti del Cliente, come ad esempio: l’eliminazione dell’account o delle pagine relative ad esso; limitazione temporanea nella pubblicazione di post, nell’invio di messaggi o nell’attuare altre operazioni specifiche; eliminazione od oscuramento di contenuti, post ed informazioni; ecc.
d) Il Fornitore non può essere ritenuto responsabile di eventuali commenti e feedback negativi espressi dagli utenti riguardo i contenuti pubblicati nelle pagine del Cliente
e) Il Cliente riconosce ed accetta che le interazioni con le persone nei portali sono sottoposti alle stesse regole e leggi che regolamentano la vita reale e che ogni azione o commento che possa danneggiare in qualsivoglia modo le persone altrui sarà sottoponibile ad azioni legali da parte delle parti lese o da parte del portale stesso.

a) Il Cliente si impegna a non utilizzare il servizio di email marketing e piattaforme ad esso collegate: (a) per ospitare, archiviare, inviare, trasmettere o elaborare qualsiasi materiale; o (b) per qualsiasi scopo o in qualsiasi modo, che sia illegale, fraudolento, o che violi qualsiasi legge, regolamenti o codici giuridicamente vincolanti, o violi i diritti di terzi, o che possano dar luogo a qualsivoglia forma di azione legale nei confronti del Fornitore o del Cliente o di terzi.
b) Il Cliente garantisce che ogni indirizzo e-mail fornito dal Cliente stesso, o per conto del Cliente, al Fornitore in relazione ai servizi sarà stato raccolto ed elaborato in conformità a tutte le leggi applicabili e dei regolamenti e che l’uso di tale lista da parte del Fornitore per le finalità dei servizi non: (b) violi i diritti legali di terzi; (c) dia luogo ad alcuna azione legale sia contro il Fornitore, il Cliente, o qualsiasi altra persona.
c) Nei casi in cui il Fornitore abbia ragionevoli motivi per sospettare che vi sia stata una violazione delle disposizioni della presente clausola, il Fornitore può sospendere qualunque o tutti i Servizi e / o l’accesso del Cliente a qualunque o tutti i Servizi finché la verifica non avrà avuto luogo.
d) La violazione da parte del Cliente di tale clausola sarà considerata una violazione sostanziale dell’accordo.
e) Il Cliente manleva e si impegna a tenere indenne il Fornitore da ogni e qualsiasi responsabilità, danni, perdite, spese e costi (comprese le spese legali e quanto pagato in esecuzione di qualsiasi rivendicazione o azione legale) derivanti, direttamente o indirettamente, da qualsiasi violazione presente o presunta violazione da parte del Cliente di tale clausola.
f) Il Cliente riconosce che: (a) il provider non garantisce che le e-mail specificate inviate tramite la piattaforma raggiunga la destinazione, o essere aperta dal destinatario, o che i suoi contenuti abbiano riscosso qualsivoglia interazione da parte dell’utente; (b) il Fornitore non garantisce né dichiara che le email del Cliente inviate attraverso la piattaforma non saranno trattate o contrassegnate come spam da sistemi antispam di terze parti o destinatari di posta elettronica; e (c) il Fornitore non garantisce né dichiara che risultati particolari saranno raggiunti attraverso i Servizi.

NOTA: Per compilare questa parte ho effettuato varie ricerche nell’arco di mesi dalla quale ho raccolto svariati contratti di aziende appartenenti al mercato anglofono visto che sul versante italiano ho trovato poco se non niente.

Esempi per ogni tipo di servizio

Successivamente ho ampliato la sezione “Descrizione del servizio” includendo esempi di vario tipo: pay-per-click, ottimizzazione per i motori di ricerca e promozione nei social network. Chiaro che trattandosi di esempi ciascuno di voi dovrà adattarli al proprio caso.

Sono sicuro che si potrebbe fare di meglio per cui non esitare ad aggiungere il tuo contributo nei commenti.

a) Il servizio comprende la realizzazione di un software web contenente una serie di pagine atte alla descrizione del Cliente e di servizi o prodotti da lui offerti. Per la realizzazione, il Fornitore può avvalersi, a proprio giudizio e a proprie spese, dell’uso di prodotti o servizi offerti, gratuitamente o meno, da altre parti, considerati utili a migliorare le prestazioni del servizio, nel rispetto delle leggi vigenti.
b) Il “servizio sito” prevede una preliminare consulenza per la definizione delle linee progettuali del lavoro.
c) Il “servizio sito” comprende quanto descritto nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
d) Il “servizio sito” non comprende quanto non espressamente dichiarato in questo contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.

a) Il servizio comprende l’alloggiamento del software web sviluppato, presso spazio internet situato su server di proprietà del Fornitore o di altre ditte selezionate dal Fornitore stesso; la registrazione o trasferimento di un nome di dominio (es: www.nome.est) e del numero di caselle email definito nella nota allegata, per la durata di dodici mesi, a partire dal giorno della registrazione presso l’organo ufficiale precostituito.
b) Il “servizio hosting” comprende quanto descritto nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
c) Il “servizio hosting” non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
d) Il costo del servizio potrà subire annualmente variazioni indipendenti dal volere del Fornitore. Se la loro entità dovesse superare le 100 euro + IVA, il Fornitore garantisce la comunicazione entro 30 giorni dalla scadenza.

a) Il “servizio ppc” comprende la creazione di una campagna pubblicitaria pay-per-click per mezzo delle piattaforme di terzi stabilite nella “Nota di Lavoro”. Nel suddetto documento verranno specificati il target di pubblico a cui gli annunci saranno pubblicati, eventuali keywords e parametri per raggiungere tale target, linee guida per gli annunci che saranno visualizzati dal target, linee guida per la pagina di atterraggio o l’azione verso la quale gli utenti saranno spinti ad agire.
b) Il “servizio ppc” comprende l’attivazione della campagna che avverrà dopo approvazione esplicita del Cliente. A seguire l’attivazione il Fornitore si impegnerà a seguire l’andamento della campagna con particolare attenzione per correggere eventuali situazioni di tipo straordinario, non infrequenti in questa fase del lavoro, che possano fuoriuscire dalle linee guida specificate nella “Nota di Lavoro”.
c) Il “servizio ppc” comprende la gestione della campagna una volta che questa sarà attivata. La gestione comprende una supervisione periodica settimanale e un rapporto mensile che fornirà al Cliente un quadro completo dei principali parametri come, ad esempio, Impressioni, Click, Costi. Con la consegna del report mensile sono incluse n.1 ora di confronto con il Fornitore per via telefonica o presso la sede del Fornitore.
d) Durante il periodo di gestione il Cliente può richiedere la pubblicazione di n.1 annunci in via eccezionale per settimana. Il Fornitore provvederà alla pubblicazione di tale annuncio entro 3 giorni lavorativi. Il Cliente potrà commissionare al Fornitore la pubblicazione di tali annunci eccezionali in anticipo, specificando al Fornitore la settimana nella quale desidera vengano pubblicati.
e) Ogni richiesta di annuncio eccezionale oltre quello a disposizione per la settimana stabilita sarà fatturata al Cliente per una somma pari a 50€ / annuncio.
d) Il “servizio ppc” comprende inoltre quanto descritto nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
e) Il “servizio ppc” non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.

a) Il “servizio smm” comprende la configurazione e il mantenimento periodico delle pagine sociali stabilite nella “Nota di Lavoro” e che risiederanno su siti web di terzi. Il Fornitore provvederà al reperimento di contenuti e della distribuzione (posting) durante la settimana in quantità stabilite nella “Nota di Lavoro”; controllo della reputazione nei portali stabiliti in “Nota di Lavoro”; controllo della concorrenza; attuazione di strategie atte ad incrementare i segnali sociali attorno il marchio rappresentato dal Cliente; report mensile.
b) Il Fornitore presenterà al Cliente consigli, idee, materiale promozionale personalizzato ed informazioni in generale per migliorare la presenza del Cliente nei social network. Il Cliente potrà decidere a sua discrezione se adottare o meno tali direttive.
c) Il “servizio smm” non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata. In particolare non sono compresi i seguenti servizi: realizzazione di sito web, SEO, PPC, email marketing, sms marketing, mobile marketing, sviluppo di applicazioni, blogging, creazione di video, servizi di pubbliche relazioni.
d) Il Cliente può richiedere la pubblicazione di un post in via eccezionale (ad esempio: promozioni speciali, avvisi importanti, ecc). Il Cliente può richiedere la pubblicazione di n.1 post in via eccezionale per settimana. Il Fornitore provvederà alla pubblicazione di tali post entro 3 giorni lavorativi. Il Cliente potrà inviare post di tipo eccezionale in anticipo specificando al Fornitore la settimana nella quale desidera vengano pubblicati. Ogni post di tipo eccezionale verrà conteggiato al pari di un post per la settimana stabilita.
e) Ogni richiesta di post eccezionale oltre quello a disposizione per la settimana stabilita sarà fatturata al Cliente per una somma pari a 50€ / post.
f) Il “servizio smm” comprende inoltre quanto descritto nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
g) Il “servizio smm” non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.

a) Il “servizio seo” comprende un’analisi del sito web dal punto di vista della SEO e dell’usabilità, il posizionamento del sito web nei motori di ricerca in relazione a parole chiave specificate nella “Nota di Lavoro” allegata, analisi dei link referenti di cui dispone il sito web. L’analisi conterrà anche una serie di raccomandazioni riguardo problemi tecnici che potrebbero influenzare negativamente la SEO (ad esempio: keyword stuffing, contenuti duplicati, canonicalizzazione degli URLs, testo nascosto, link nascosti, redirects inopportuni, cannibalizzazione delle keywords, ecc); raccomandazioni riguardo lo sviluppo di contenuti che potrebbero attrarre ulteriore traffico e link referenti migliorando il posizionamento del sito web del Cliente; consigli riguardo i referenti da tenere in valutazione per eventuali operazioni di link building. L’analisi include inoltre l’approfondimento dei dati di traffico del sito web del Cliente: da dove provengono gli utenti e quali sono i loro comportamenti in relazione alle pagine del sito e agli obiettivi qualora fossero stati definiti.
b) Il “servizio seo” comprende un’analisi della concorrenza on-line, contenente: l’identificazione dei concorrenti del Cliente a partire dalle parole chiave d’interesse; parole chiave sulle quali si sta concentrando la concorrenza; link referenti della concorrenza; strategia utilizzata dalla concorrenza per perseguire i propri obiettivi in ottica SEO.
c) Il “servizio seo” prevede un rapporto relativo alla ricerca delle parole chiave che individua una serie di parole chiave che possono portare traffico rilevante al sito web del Cliente e sulle quali il Cliente stesso può concentrare i suoi sforzi.
d) Il “servizio seo” comprende l’ottimizzazione del sito web del Cliente per mezzo della correzione degli errori rilevati in fase di analisi. Oltre ad un’ottimizzazione di carattere generale del sito web il Fornitore provvederà ad ottimizzare le singole pagine secondo la logica stabilita nella “Nota di Lavoro” allegata.
e) Il “servizio seo” comprende l’acquisizione di link referenti al fine di migliorare il posizionamento del sito web del Cliente in merito alle parole chiave d’interesse. L’ottenimento dei link sarà effettuato: per mezzo di inserimento gratuito / a pagamento / su richiesta presso siti web di terzi; sviluppando contenuti capaci di attrarre link referenti in maniera naturale; realizzando contenuti che saranno pubblicati presso il sito web del Cliente o presso siti web di terzi (comunicati stampa, articoli, ecc).
f) Il “servizio seo” comprende lo sviluppo di una strategia che coinvolge i social network e i portali di settore identificati nella “Nota di Lavoro” al fine di amplificare la diffusione del marchio e dei contenuti del Cliente, sostenendo così la crescita dei link referenti e il posizionamento nei motori di ricerca.
g) Il Fornitore provvederà a rendicontare le azioni svolte tramite un report mensile che riporterà gli interventi maggiori effettuati e l’andamento di specifici parametri come, ad esempio: Posizione per specifiche parole chiave; Traffico organico verso il sito; Conversioni ottenute per mezzo del traffico organico.
h) Il “servizio seo” prevede un servizio di SEO Training per via telefonica / online tramite il quale il Cliente potrà confrontarsi con il Fornitore riguardo l’andamento della promozione e potrà assimilare concetti utili alla formazione dei propri dipendenti. Il servizio di SEO Training verrà svolto per un quantitativo di ore mensili pari e non maggiore a n.6 ore.
i) Il “servizio seo” comprende inoltre quanto descritto nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
l) Il “servizio seo” non comprende quanto non espressamente dichiarato nel presente contratto e/o nella eventuale “Nota di Lavoro” allegata.
m) Per l’attuazione del servizio il Fornitore può avvalersi, a proprio giudizio e a proprie spese, dell’uso di prodotti o servizi offerti, gratuitamente o meno, da altre parti, considerati utili a migliorare le prestazioni del servizio, nel rispetto delle leggi vigenti.

NOTA: Per compilare questa parte, oltre ad essermi ispirato ai contratti menzionati alla sezione precedente, mi sono avvalso della mia esperienza personale sul campo.

Separazione tra servizi una-tantum e quelli periodici

Il contratto e la rispettiva Nota di Lavoro accorpano i due servizi di realizzazione sito web e quello di hosting nel corso degli articoli.

Questo mi ha creato alcuni dubbi e problemi di adattamento perché se il primo servizio (sviluppo sito web) è del tipo “una botta e via”, il secondo servizio (hosting + mail) è un servizio che viene rinnovato periodicamente.

Tali caratteristiche si riflettono in varie parti del contratto a partire dalle modalità di pagamento fino alle condizioni per il recesso.

Ecco perché nella mia proposta ho inserito delle diciture apposite che permettono di gestire questa differenziazione.

INFO: Copia-incollare il seguente modello per ogni servizio di tipo una-tantum (sito web, restyling, realizzazione logo, ecc) fornito.
MODELLO: Il prezzo per <TITOLO SERVIZIO> (“<DENOMINAZIONE ABBREVIATA SERVIZIO>“), è di Euro <COSTO EURO + IVA>.
ESEMPIO SITO WEB: Il prezzo per il servizio di SVILUPPO SITO WEB (“servizio sito”), è di Euro 1.000 + IVA.

INFO: Copia-incollare il seguente modello per ogni servizio di tipo periodico (hosting, PPC mensile, Email marketing, ecc) fornito.
MODELLO: Il prezzo per <TITOLO SERVIZIO> (“<DENOMINAZIONE ABBREVIATA SERVIZIO>“), è di Euro <COSTO EURO + IVA> / <PERIODO>.
ESEMPIO HOSTING: Il prezzo per il servizio di HOSTING + EMAIL (“servizio hosting”), è di Euro 100 + IVA annui.

INFO: Usare il modello seguente se sono presenti costi che il Cliente dovrà corrispondere a terzi (es: Google AdWords, Facebook ADS, MailChimp, ecc)
MODELLO: Il costo indicato per il servizio rappresenta solo ed esclusivamente il compenso del Fornitore e non include il costo da corrispondere alle società stabilite nella “Nota di Lavoro” allegata per effettuare la promozione. Il Fornitore si impegna a non superare il budget stabilito nella “Nota di Lavoro” senza approvazione da parte del Cliente.

Scadenze per il pagamento

Il contratto Oscon precisa al punto “8.1. Clausola risolutiva espressa” che “Il contratto si risolve di diritto […] qualora il Cliente […] non provveda al pagamento di quanto previsto in questo contratto entro il termine perentorio di 30 gg.”.

Purtroppo questa clausola si adatta male al caso in cui volessimo spezzare il pagamento in più rate come nel caso di progetti di media grandezza.

Quindi ho preferito fissare le scadenze di pagamento all’articolo “3. Modalità di pagamento” per poi modificare leggermente la clausola 8.1 come illustrato di seguito.

Oltre a spostare le scadenze dall’articolo n.8 all’articolo n.3, mi sono azzardato a modificare la dicitura “alla consegna” con “prima della consegna” che mi sembrava molto più chiaro e assolutamente all’infuori di ogni dubbio: consegnerò il materiale solo dopo aver ricevuto il mio compenso fino all’ultimo centesimo. Da una ricerca online ho appreso che non solo io sono stato colto da questa premura ma anche la web designer Sarah nel suo articolo Le clausole “salva vita” in un contratto da freelance.

INFO: Copia-incollare il seguente modello per ogni servizio di tipo una-tantum fornito. Attenzione a rispettare la corrispondenza della tra l’articolo n.2 ed il presente! Attenzione ad inserire termini di tempo adeguati per i pagamenti (vedi esempi)!
MODELLO: Il pagamento del “<DENOMINAZIONE ABBREVIATA SERVIZIO>” deve essere effettuato <MODALITA’ DI PAGAMENTO E TERMINI DI TEMPO>.
ESEMPIO SITO WEB: Il pagamento del “servizio sito” deve essere effettuato per il 20% all’atto della firma; il 40% alla produzione della prima bozza navigabile del sito e in ogni caso entro e non oltre 20 giorni dalla firma del presente contratto; il restante 40% prima della pubblicazione e in ogni caso entro e non oltre 40 giorni dalla firma del presente contratto.
ESEMPIO SOFTWARE PERSONALIZZATO: Il pagamento del “servizio software” deve essere effettuato per il 50% all’atto della firma; il restante 50% prima della consegna del software e in ogni caso entro e non oltre 40 giorni dalla firma del presente contratto.

INFO: Copia-incollare il seguente modello per ogni servizio di tipo periodico fornito.
MODELLO: Il pagamento del “<DENOMINAZIONE ABBREVIATA SERVIZIO>” deve essere effettuato all’atto della firma nella sua interezza per permettere al Fornitore l’erogazione. Il servizio è rinnovato <PERIODO DI RINNOVO> in modo tacito. L’attivazione dei servizi avverrà a pagamento effettuato.
Il ritardato pagamento del “<DENOMINAZIONE ABBREVIATA SERVIZIO>” oltre i 15 gg lavorativi dalla scadenza dei termini previsti, comporta l’applicazione di interessi moratori al tasso legale previsto dalla legge in vigore.
ESEMPIO HOSTING: Il pagamento del “servizio hosting” deve essere effettuato all’atto della firma nella sua interezza per permettere al Fornitore l’erogazione. Il servizio è rinnovato annualmente in modo tacito. Il ritardato pagamento del servizio (che prevede rinnovo annuale) oltre i 15 gg lavorativi dalla scadenza dei termini previsti, comporta l’applicazione di interessi moratori al tasso legale previsto dalla legge in vigore.
ESEMPIO SOCIAL MARKETING: Il pagamento del “servizio smm” deve essere effettuato all’atto della firma nella sua interezza per permettere al Fornitore l’erogazione. Il servizio è rinnovato mensilmente in modo tacito. Il ritardato pagamento del servizio (che prevede rinnovo mensile) oltre i 15 gg lavorativi dalla scadenza dei termini previsti, comporta l’applicazione di interessi moratori al tasso legale previsto dalla legge in vigore.

[…]
8.1. Clausola risolutiva espressa
Il contratto si risolve di diritto, ex art. 1456 C.C., autorizzando il Fornitore a interrompere i servizi senza preavviso qualora il Cliente:
[…]
b) non provveda al pagamento di quanto previsto in questo contratto entro i termini previsti all’articolo n.3 del presente contratto
[…]

Paternità del lavoro svolto

Negli anni ho compreso che la mia firma apposta in fondo al sito o a lato di un banner pubblicitario sono assimilabili ad una forma di pagamento da parte del cliente. E quindi li tratto come tali nel computo del preventivo.

Proprio per questo devo avere una giustificazione contrattuale dove a chiare lettere il cliente accetta che io apponga la mia firma, watermark o qualsivoglia credits al lavoro che gli consegnerò.

Oltre a questo nei termini di licenza ho ribadito il concetto vietando di fatto il caso in cui il cliente voglia rimuovere la firma dal lavoro.

[…]
Il Cliente autorizza il Fornitore all’utilizzo dei propri segni distintivi nel sito istituzionale e tra la documentazione aziendale di quest’ultimo nella forma, dimensione e posizione stabilita dal Fornitore.
[…]

[…]
10.2. Il Cliente non è autorizzato a:
[…]
g) sopprimere i segni distintivi e le dizioni di paternità intellettuale dell’opera eventualmente inserite dal Fornitore nel materiale fornito.
[…]

Inserimento del lavoro nel Portfolio

Tutti noi sappiamo quanto è importante coltivare un buon portfolio dove siano raccolti i nostri migliori lavori svolti, magari anche per clienti importanti.

Nel contratto da me proposto ho inserito una dicitura a riguardo, grazie alla quale saremo in pieno diritto di mostrare il lavoro svolto come vetrina della nostra professionalità non solo nel nostro sito istituzionale ma anche all’interno di siti di terzi e all’interno di materiale pubblicitario di cui ci serviremo per promuovere la nostra attività.

Niente più paura quindi ad inserire lo screenshot dell’ultimo sito realizzato nel nostro sito istituzionale!

[…]
Il Fornitore si riserva il diritto di riprodurre, pubblicare e visualizzare i risultati finali nel proprio sito web istituzionale e in supporti di terzi come gallerie, periodici di settore e altri media o esposizioni al fine di dimostrare l’eccellenza del proprio lavoro ed avanzamento professionale.
[…]

DOWNLOAD – Scarica il contratto da me proposto

Cliccando il pulsante qui sotto potrai scaricare la mia variante del contratto Oscon aggiornata al 25 Agosto 2015.

Scarica il contratto da me proposto

Mantieni il logo di Oscon!

Rispettando le volontà dei creatori del contratto originale vi chiedo cortesemente io stesso di non cancellare il logo Oscon perché come cita il sito di Oscon “è una richiesta molto piccola: rispettala. Ne guadagnerà anche la tua immagine, perché Oscon è un contratto molto rispettato.

Cosa ne pensi?

Spero con questo articolo di aver contribuito alla community dei programmatori e web marketers dalla quale assimilo continuamente risorse per il mio lavoro quotidiano.

Al tempo stesso mi auguro che non esiterai a postare tra i commenti qualsiasi critica ti passi per la testa …è il tuo turno!

L'autore è Marco Panichi

Ti è piaciuto? Condividi!

Ricondividendo aiuterai altri utenti a scoprire un argomento interessante - non esitare!

Commenti

  • Grazie per l’impegno, mi sembra un’opera monumentale. la leggerò con calma, Buona giornata

    • Grazie a te Fulvio per il riconoscimento, è un piacere rendersi utili.

      Mi rendo conto che sono sempre un po’ prolisso però, modifiche minori a parte, se hai un ambito che ti interessa maggiormente (es: PPC) ti consiglio di dirigerti subito alle sezioni “Estensione ai servizi SEO, PPC, Social ed Email Marketing” ed “Esempi per ogni tipo di servizio” dove troverai premure specifiche per ogni settore.

      Fammi sapere cosa ne pensi ovviamente!

  • Mattia

    Ottimo come sempre caro Marco. Ho preso spunto per l’area social in toto……

    • Ciao Mattia, felice d’esserti stato utile! Se cerchi ulteriori spunti in tal senso googla “social marketing contract filetype:pdf” è così che ho fatto io per estendere i vari settori del contratto. Chiaramente occorre cercare in inglese – in italiano trovi poco o niente.

  • EraAcquario75

    secondo la tua prima regola per l’email marketing il cliente non può usare la piattaforma. come fa a spedire email allora?

    Il Cliente si impegna a non utilizzare il servizio di email marketing e piattaforme ad esso collegate: (a) per ospitare, archiviare, inviare, trasmettere o elaborare qualsiasi materiale; o (b) per qualsiasi scopo o in qualsiasi modo, che sia illegale, fraudolento, o che violi qualsiasi legge, regolamenti o codici giuridicamente vincolanti, o violi i diritti di terzi, o che possano dar luogo a qualsivoglia forma di azione legale nei confronti del Fornitore o del Cliente o di terzi.

    ???

    • salve EraAcquario, chiaramente le norme che ho riportato sono un punto di partenza che va adattato caso per caso. Nel mio setup specifico, se mi occupo di email marketing per conto dell’azienda non lascio usare la piattaforma dall’azienda, anche se gli fornisco un accesso “visitatore” necessario per valutare l’andamento delle campagne.

  • Sauro Ferri

    salve Marco, non ho parole per ringraziarti dell’impegno profuso nella creazione di questa guida……….
    prima di leggere il tuo articolo ho sempre guardato ai contratti come il gatto guarda l’acqua con terrore….invece ora sono potuto “mettere le zampine a mollo”. ho scaricato il tuo modello e ho delle domande:
    a) come posso regolamentare al meglio un servizio periodico come adwords?
    b) se volessi farmi pagare mese per mese che condizioni devo includere?
    c) come faccio a far capire al cliente che adwords potrebbe non volerne sapere di far comparire gli annunci in prima pagina o anche in prima posizione? Grazie!!!!!

    Mi raccomando,se pensi che debba acquistare qualche ora di consulenza per avere queste risposte non esitare a farmelo presente

    • salve Sauro, grazie innanzitutto per i complimenti sempre graditi!

      Acquistare ore di mia consulenza? Credo non ce ne sia bisogno, primo perché ora ti darò delle indicazioni, secondo perché non è certo l’ambito legale la mia materia! Come detto mi raccomando nell’articolo rivolgiti al tuo legale di fiducia per porre la parola “fine” al capitolo legale della tua infrastruttura.

      Venendo alle tue domande, direi che molto è già incluso nel modello da me predisposto, perché:

      a) i servizi “periodici” li gestisci con gli articoli 2 (prezzo), 3 (modalità di pagamento) e chiaramente 7 (dove descrivi il servizio)

      b) bastano quelle indicate al punto a).

      c) tutto quello che riguarda le “responsabilità” che ti puoi prendere ma soprattutto NON prendere (es: garantire la posizione n.1 sul motore di ricerca) lo dici nella sezione Assunzione di Responsabilità. A tale proposito, alla clausola “11.3 Campagne annunci sponsorizzati” ho scritto proprio “e) La posizione degli annunci nei siti di terzi messi a disposizione del circuito è stabilita dal circuito stesso e il Fornitore non può essere ritenuto responsabile di variazioni in tal senso.”

      Ultima cosa (che magari esula dalla questione “legale”): per esperienza personale non farti pagare AdWords mese per mese o rischi che dopo il primo mese il cliente sia colto dal famoso “coccolone” bruciando di fatto qualsiasi lavoro svolto. Ti consiglio di calcolare il servizio su base mensile ma di vendere al cliente il pacchetto comprendente il lancio della campagna e almeno almeno almeno 3 mesi (tempo minimo per far apprezzare i risultati ed ottimizzare il tutto).

      Buon lavoro!

  • Simona Mancini

    Ciao Marco, e nel caso di un ecommerce cosa aggiungeresti? Bellissimo articolo comunque, complimenti davvero.

    • salve Simona, grazie dei complimenti! Sinceramente ho lasciato scoperto l’area Ecommerce perché è un settore secondario per me. Mi piacerebbe molto integrare anche questa evenienza chiaramente!

      Posso dirti due cose però:

      1) La tecnica che ho usato per stilare le condizioni nelle altre aree, oltre al far affidamento all’esperienza diretta, è stata quella di cercare su Google “social marketing contract” con eventuale aggiunta di “filetype:pdf”. La ricerca in inglese è d’obbligo, in italiano non troveresti nulla. Quindi a partire da questa idea puoi reperire informazioni utili anche da sola.

      2) Se hai piacere di riportare qui il risultato della tua ricerca (magari coadiuvato dalla tua esperienza nel settore) lo integrerò volentieri nell’articolo e nella versione del contratto, facendo riferimento chiaramente a te e a tuo eventuale sito personale / blog / qualsivoglia contatto tu desideri.

  • Gabriele Baldi

    Davvero molto utile, grazie grazie grazie!

    • Grazie a te Gabriele per aver lasciato il feedback :)

  • Mario

    Ciao Marco, mi associo anche io ai ringraziamenti per questa tua risorsa. Volevi chiederti un consiglio: mi ha contattato una web agency che mi ha commissionato un sito di e-commerce che a sua volta sarà venduto da loro al cliente.

    Ora il mio dubbio è questo: come faccio ad inserire o comunque modificare il punto 9 e 10 (dove si parla dei termini di licenza e copyright) affinchè questa web agency non utilizzi il mio lavoro per più di un solo cliente ? Perchè, fino a quando facessi firmare il contratto al cliente finale, allora non ci sarebbero problemi, ma nel mio caso la web agency dopo averlo acquistato da me lo dovrà rivendere a sua volta … Io vorrei, come detto prima, che questa vendita si fermasse ad una sola occasione … E’ possibile ?

    • ciao Mario, grazie a te del commento. Ho compreso il tuo problema e mi sono imbattuto in situazioni simili. Personalmente ho sempre risolto alla fonte: ti devo vendere un prodotto che potresti riutilizzare? Costa di più, punto ( Innanzitutto, puoi scrivere in varie parti del contratto (anche nell’Oggetto, volendo) che il software verrà realizzato per il solo sito X di proprietà di Y
      > Poi, nella sezione Licenza ribadisci il concetto, e cioè che il Cliente non ha diritto di riutilizzare il software per siti che non siano di proprietà di Y
      > Altro consiglio è di guardare le licenze di Theme Forest, dove appunto specificano che ogni acquisto è legato ad un unico “end product”: http://themeforest.net/licenses/standard
      > Dal punto precedente: puoi trovare un autore italiano (o anche inglese perché no) sempre in Theme Forest al quale porre lo stesso quesito. Sono convinto che troverai un professionista che possa aiutarti meglio di me in questo
      > Poi puoi aggiungere una licenza “prefabbricata” del tipo creative commons ai tuoi script. Puoi scegliere la tua licenza ( https://creativecommons.org/choose/ ) affinché non possa essere riutilizzata per trarre profitto: “Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale”

      Spero di averti dato qualche spunto, fammi sapere come va a finire!

      Marco

      • Mario

        Grazie Marco, vediamo cosa riesco a fare con i tuoi spunti, ti farò sapere alla fine di tutto ….

  • Daniele Pinna

    Ciao, mi aggiungo ai complimenti per l’ottimo lavoro fatto sulla personalizzazione del contratto OSCON :-)

    Quel contratto lo conosco e uso da qualche anno e anche io ho fatto diversi aggiustamenti e personalizzazioni per adeguarlo alle mie esigenze, sia grafiche (ovviamente mantenendo i loghi OSCON) sia per le piattaforme usate (Joomla! e WordPress etc) che essendo OpenSource ho indicato i riferimenti alla Licenza GPL V2 e chiaramente ho modificato gli articoli che vietavano la modifica del codice o la redistribuzione, così come l’aggiunta del servizio “Manutenzione” indispensabile per un CMS.

    Stavo cercando degli spunti per inserire i servizio consulenza seo e il tuo esempio era perfetto (si lo ammetto l’ho brutalmente copiato :-) ), così come pure gli altri servizi aggiuntivi (Social, PPC etc) e qualche altra modifica suggerita qua e la.

    • Salve Daniele, grazie del commento (e scusa della risposta tardiva)!

      Non devi scusarti per aver copiato le mie idee, l’ho pubblicate qui apposta per contribuire nel mio piccolo alla community.

      A presto e buon lavoro :)

  • Bartolo Spinelli

    Ciao Marco, complimenti per l’articolo. Hai spiegato tutto perfettamente. Ho appena scaricato il tuo contratto e lo sottoporrò all’attenzione del mio legale. Qualora apportasse delle migliorie (dal punto di vista legale ovviamente) le condividerò qui !! A presto.

    • ciao Bartolo, felice di esserti stato utile! Se potessi riportare qui le indicazioni del legale sarebbe un grande contributo per tutti e un premio per me!

  • Aldo S.

    A seguito della nostra telefonata ho “rubato” la parte relativa alle Responsabilità. Perfetto!! Mai viste in giro considerazioni più utili di quelle da te riportate.

    A buon rendere,

    Aldo

    • Grazie per aver speso tempo a mandarmi il messaggio! Non rubi niente, la mia è solo una sintesi di lavoro fatto prevalentemente da altri, OSCON in primis!

  • Carlo Compagno

    ciao a tutti,
    intanto ottime integrazioni le tue, marco, mooolto utili! Grazie!

    inoltre volevo sapere se i contratti di forintura di servizi come questo vanno registrati o no.
    So che vanno registrati contratti di locazione, affitto e simili… ma per quelli di fornitura di servizi non sono sicuro.
    Spero che qualcuno di voi possa darmi una risposta chiara in merito.
    grazie a tutti!

    • salve Carlo, grazie del commento :) Riguardo la tua domanda, mi sembra molto intelligente e sinceramente non mi ero mai posto il problema. Diciamo però questo:

      > Ad “affittare” lo spazio web è il provider (es: Aruba, Siteground, OVH, ecc) quindi semmai l’onere a suo carico; sarei comunque tranquillo nel ritenere che non vi sia tale obbligo perché i costi e la natura (non ci sono persone o beni fisici dentro lo spazio web) sono molto diversi

      > Nel sito dell’agenzia delle entrate si parla di registrazione solo per contratti di locazione e affitto di beni immobili (fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/registrare/registrazione+contratti+beni+immobili); non so se poi esistono altri casi, ma credo di no.

      Spero di aver risposto seppur indirettamente alla tua domanda, ma resto ben aperto al parere di altri magari più competenti in materia!

      Marco

  • Sarina

    grazie dell’immenso lavoro!

    • Grazie a te per aver speso tempo a lasciare il commento!

  • Alessio

    Ciao Marco e innanzitutto complimenti per il lavoro che hai fatto e messo a disposizione e grazie anche ad Oscon, volevo chiederti se in definitiva quindi il contratto Oscon è apposto per vendere un sito fatto con il CMS WordPress, o se nel tuo ci sono aggiunte specifiche.
    Grazie mille.
    Alessio T.

    • salve Alessio, grazie mille di aver postato il commento e per i complimenti.

      Il contratto Oscon, ed anche la mia variante, prevedono molto chiaramente questa evenienza, ho ritrovato il comma: “10.3. Eventuali opere di terze parti utilizzate dal Fornitore mantengono la propria licenza”

      Buon lavoro,

      Marco

  • Kjow

    Notevole, complimenti!
    Lo userò sicuramente (penso ne creerò una versione in Latex da integrare con il mio modello di preventivo).

    Per quanto riguarda il lasciare il logo Oscon, si riferisce in caso di ridistribuzione pubblica o proprio nel documento da dare ai clienti?

    Ciao,
    Riccardo

    • Ciao Kjow, grazie a te del commento. Riguardo al logo mi riferivo a lasciarlo in qualsiasi caso, come segno di riconoscimento dei ragazzi che hanno lavorato al contratto. Oltretutto, per il cliente può essere un elemento che trasmette fiducia poichè con esso comunichi che non ti sei inventato niente ma ti sei rifatto ad uno standard di settore.

      • Kjow

        Perfetto, grazie!

        Già che ci sono ho una curiosità, sai/sapete se è valido/legale/fattibile inserire una clausola/articolo dove si sottintende accettato il contratto in caso di pagamento della somma richiesta?

        La domanda nasce dal fatto che, anche se il cliente è locale, invierei il preventivo+contratto via email e vorrei che il contratto fosse valido.dal momento del pagamento, indipendentemente dalla sua firma.

        • salve Kjow, purtroppo non ho la competenza per darti una risposta certa. Così ad intuito direi di no; penso che un contratto per essere valido debba essere firmato (magari in ogni sua pagina e con allegati i documenti di identità).

          Detto questo, la mia soluzione è la seguente:

          1) Evito le situazioni “torbide”: ci sono tante aziende che non vedono l’ora di lavorare seriamente, concentrati su quelle e screma chi invece tira fuori dal cappello discorsi poco chiari

          2) Trattativa molto chiara con email finale da accettare: soprattutto per il primo lavoro, cerco con il cliente di definire qualsiasi evenienza, al meglio delle mie capacità previsionali. fatto questo, invio al cliente una mail con tutte le cose dette in forma sintetica e scritta; allego alla mail il mio “Termini e Condizioni” che in pratica è una versione riadattata del contratto nella presente pagina. Chiedo al cliente di rispondere con “Accetto la proposta e i termini e condizioni del servizio” (oppure di ricontattarmi qualora qualcosa non fosse ancora chiaro)

          3) Parto con il lavoro solo con l’acconto versato: ripeto, ci sono così tante aziende che vogliono lavorare seriamente che non esiste sulla faccia della terra che io cominci una collaborazione senza un acconto. Se un’azienda non ti vuole versare l’acconto va scartata immediatamente.

          4) Consegno il lavoro solo a saldo avvenuto: una volta consegnato il lavoro, se non vieni pagato, non puoi “riprendertelo”: non puoi “staccare un sito” (sarebbe una grave violazione in termini legali!) e non puoi certo riprenderti i files consegnati; ergo: mai e poi mai consegnare il lavoro prima del pagamento, almeno per il primo lavoro.

          Seguendo questi precetti, almeno fino ad ora, non ho avuto bisogno di altro. Sia chiaro che questa è la MIA PERSONALE strada che potrebbe non essere idonea al tuo caso.

          Spero di esserti stato d’aiuto,

          Marco

          • Kjow

            Ciao Marco, grazie sei sempre gentilissimo.
            Prenderò spunto per diverse cose :)

            Ciao,
            Riccardo.