12 regole per fare Email Marketing come un professionista

Scritto da Marco Panichi il Aggiornato il
email marketing

Hai scritto con dedizione e attenzione un’email, hai corretto il testo tante volte, hai spremuto le meningi fino a raggiungere la perfezione.

Hai inviato l’email e hai aspettato.

Guardando le statistiche però noti che non sono buone come speravi, i click sono stati pochi e ti senti deluso.

Non pensi che convincere le persone ad aprire e leggere le tue email sia una grande sfida da affrontare? Non è così difficile come sembra.

Sto per svelarti il consiglio più importante su come fare email marketing.

1) Procurati una strategia Email Marketing

Bisogna sempre partire da un piano, che sia per affrontare la giornata o per fare email marketing.

Avere idea di cosa raggiungere, ci aiuta anche a capire come fare e da dove partire. Ad esempio, si potrebbe pensare di fare direct mailing a quelli che già sono in contatto con la tua azienda o investire per espandere il pubblico.

Tutto dipende da un piano che ci indichi come fare email marketing.

2) Rendi facile l’iscrizione

Prima regola: usabilità. Se iscriversi alla tua newsletter è complicato, contorto e richiede più tempo di quello che uno si aspetta, sta sicuro che pochi avranno la pazienza di iscriversi.

Metti un modulo di iscrizione sul sito, sul blog o sulla pagina Facebook.

L’importante è che i moduli da riempire siano pochi e di facile compilazione.

3) Invia una email di benvenuto

Una volta che l’utente si è iscritto, questo si aspetta di ricevere la conferma di avvenuta registrazione.

Pensaci, non ti risulterebbe strano iscriverti ad un sito e non riceverne la conferma?

E’ sempre bene ricordare agli utenti perché si sono iscritti e che la tua azienda li coccolerà in tutti i modi. Infatti potresti subito mandare un’offerta, con uno sconto o un vantaggio particolare riservato ai nuovi iscritti.

4) Sii coerente col tuo marchio

La tua newsletter deve essere in linea con il tuo marchio: dalla grafica allo stile comunicativo.

Pertanto è bene usare i colori aziendali, il logo dell’azienda, ecc. Sarà più facile per l’utente identificarti immediatamente e sentirsi “a casa”.

5) Ottimizzare l’Email Marketing per il mobile

Le aziende che non ottimizzano le email per cellulari e tablet, saranno penalizzate in partenza. Ormai l’uso del mobile non è più ignorabile per chi vuole fare marketing.

Una mail che predisponga all’azione anche da dispositivo mobile, avrà sicuramente una marcia in più rispetto a chi non lo fa: non ti è mai capitato di aprire una mail con lo smartphone e di innervosirti perché il testo era piccolo o non riuscivi a cliccare?

Immedesimati nei tuoi destinatari, sempre!

6) Falla breve e facile

I tuoi iscritti ricevono altre email oltre la tua e dedicano un tempo pressoché breve per leggere la posta.

Quindi il consiglio che ti do è di non rubare loro tempo e di mandare subito il messaggio o fare in modo che agiscano senza archiviare l’email.

Aiuta gli utenti a capire di che parla la tua newsletter con l’oggetto.

7) Personalizza le email

Più un messaggio è personalizzato, più i tuoi iscritti apprezzeranno. Una mail personalizzata, dove per esempio si danno consigli su prodotti personalizzati, può aumentare i tassi di conversione fino al 25%.

Se pensi di poter catalogare i tuoi iscritti in macro aree, puoi far scegliere loro a che gruppo appartenere al momento dell’iscrizione. Un esempio: una onlus potrebbe voler inviare newsletter differenti a volontari, donatori e amministrazione.

8) Fai un calendario per l’Email Marketing

La newsletter è un impegno e, come tale, va rispettato.

Tenere un calendario per l’invio della newsletter è importante per mantenere attivi gli iscritti: decidi come mandare email, se giornaliere, settimanali o mensili.

Prenditi del tempo per pensare al tuo calendario e rispettalo con tutto te stesso se non vuoi rischiare di essere dimenticato o addirittura segnalato come spam.

9) Ottieni i permessi!

Se il destinatario non ha dato il suo consenso alla ricezione di email commerciali, rischi in due sensi:

  1. La tua mail è indesiderata, pertanto viene segnalata come SPAM;
  2. Rischi azioni legali legate alla violazione della privacy.

Questo è un punto che molti non conoscono ma è fondamentale rispettare per capire come fare email marketing e per ottenere risultati.

Altro fattore importante da tenere in considerazione: in ogni email deve essere ben visibile il tasto di cancellazione della newsletter!

10) Offri qualcosa di allettante

L’email marketing serve anche a lanciare offerte dedicate agli scritti: chi è iscritto alla tua newsletter non se ne pentirà se almeno ogni tanto gli offri sconti, agevolazioni e buoni proprio perché è iscritto alla tua newsletter.

Servirà a fidelizzare ancora di più i tuoi clienti.

11) Controlla prima dell’invio

La revisione è importante tanto quanto lo studio della email in sé e dell’invio email.

Ricontrollare che non ci siano eventuali errori grammaticali o di stile, che sia tutto chiaro e in linea con gli obiettivi, è fondamentale per non sbagliare.

Una volta inviata l’email, non si può più modificare! Dedica quindi del tempo per ricontrollare la newsletter.

12) Fai dei test

Oltre alla correzione, è importante verificare che sia tutto tecnicamente a posto.

Alcuni client di posta elettronica ed alcuni dispositivi mobili visualizzano in modo diverso i messaggi email. Pertanto è bene inviare delle email di prova, a colleghi, amici, parenti, per verificare che tutto funzioni correttamente.

Ora che conosci queste semplici regole, sai come fare email marketing e trarne reali vantaggi.

Conosci altre dritte per fare email marketing? Commenta e ne discuteremo insieme!

L'autore è Marco Panichi

Ti è piaciuto? Condividi!

Ricondividendo aiuterai altri utenti a scoprire un argomento interessante - non esitare!

Commenti